Agosto 13, 2020

Come scegliere ed adottare un cane dal canile

Come scegliere il cane adatto a noi e alla nostra famiglia tra i tanti presenti in un canile?

La risposta più sbagliata è: "sceglierà lui noi". Perchè sbagliata? Non tutti i cani vanno bene per tutti, ogni soggetto ha un suo carattere e delle caratteristiche di razza (anche se parliamo di un meticcio, il suo sangue è il risultato di differenti tipi di cani, questo non deve mai essere dimenticato) che faranno ogni cane adatto ad un tipo di persona e stile di vita. Lo sanno bene gli operatori di canile che, oggi, non affidano più cani a caso, ma ogni adozione è il risultato di un iter più o meno lungo.

Cosa fare? Prima di tutto potremmo affidarci ad un addestratore o ad un educatore competente, che sappia realmente "leggere" il cane e che sarà disponibile a seguirci per un periodo di tempo nell'inserimento nella nuova famiglia e per correggere eventuali problemi comportamentali che il cane potrebbe avere.

Negli ultimi anni la figura dell'addestratore/educatore è già presente all'interno dei canili, dopo l'adozione nessuno ci vieterà di affidarci ad un professionista scelto da noi.

Nel momento in cui si decide di affidarsi ad un canile per adottare un cane, dobbiamo sapere che: se il canile è comunale NON ci sono costi di adozione, l'adozione è assolutamente gratuita. Nel caso ci si rivolgesse a canili detenuti da associazioni private, potrebbe essere richiesto un piccolo contributo spese.

ITER ADOZIONE DA CANILE

Prima di tutto dobbiamo metterci in contatto con il canile, oggi è molto più semplice grazie alle informazioni che possiamo trovare on line e sui social, grazie ai social potremmo aver già visionato e deciso quale cane, tra i presenti, vorremmo adottare, ma occorre ricordare che non è detto che al termine dell'iter il cane a cui si è interessati sarà quello con cui si tornerà a casa, occorrerà vedere se questo sia idoneo o meno alla nuova famiglia, nel caso non lo fosse, saranno gli operatori del canile a fare delle proposte adeguate al neo-proprietario.

Una volta preso un appuntamento, ci si recherà in canile, dove i volontari cercheranno di conoscere il nuovo adottante, il suo stile di vita, il tempo che ha a disposizione da dedicare al cane e molte altre informazioni utili a capire quale cane sia il più adatto a vivere insieme alla famiglia richiedente. 

Una volta scelto il soggetto adatto si faranno degli incontri con il futuro padrone per prendere confidenza con il nuovo amico, gli operatori di canile saranno sempre presenti e pronti a rispondere ad ogni domanda e a dare consigli.

Il cane verrà sottoposto a visite mediche, saranno effettuate analisi per verificare l'ottimo stato di salute dell'animale, questo verrà dato in adozione vaccinato, senza problemi di salute e sterilizzato/castratoLe spese per le visite e le analisi effettuate, come per la sterilizzazione, saranno a carico del comune di cui fa parte il canile, solamente dopo l'effettiva adozione il proprietario dovrà occuparsi delle visite annuali e dei vaccini a proprie spese.  

Prima di portare il cane nella nuova casa, un'operatore del canile effettuerà un controllo pre-affido nel posto in cui il cane andrà a vivere per vedere se l'ambiente è consono alle sue esigenze, se occorre fare modifiche per rendere il luogo più sicuro ecc. Alcuni canili richiedono anche uno o due controlli post-affido a distanza di tempo, ma non tutti effettuano questa procedura.

Quando tutto sarà andato a buon fine si compileranno i moduli di adozione ed il cane dovrà essere, obbligatoriamente, registrato a proprio nome presso l'anagrafe canina entro 30 giorni dall'effettiva adozione, verrà effettuato un passaggio di proprietà dal comune a cui appartiene il cane, al nuovo proprietario che ne sarà legalmente responsabile.

Ultimato il passaggio di proprietà il cane sarà definitivamente adottato dalla nuova famiglia in cui potrà cominciare una nuova e splendida vita!

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Domenica, 28 Giugno 2020 09:24
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati